Quali sono i migliori portafortuna nel mondo? Per scoprirlo nessuna magia, basta solo leggere



Quando si parla di oggetti che portano fortuna a noi vengono subito in mente il ferro di cavallo o il quadrifoglio, ma non sono gli unici. Nel mondo ci sono altri talismani  che incoraggiano la prosperità e scongiurano la cattiva sorte.

Ma se crediamo agli amuleti è giusto scegliere i migliori portafortuna nel mondo, quindi è arrivato il tempo di mettere in ufficio o in casa un bambù portafortuna o un Maneki-neko nel vostro locale o ancora squame di carpa nel portafoglio…

Scorri in basso per scoprire i migliori portafortuna nel mondo!

Maneki-Neko

Sono originari del Giappone e muovono una zampetta per invogliare le persone ad entrare, che sia un bar, un ristorante, un negozio, un tempio poco importa… i proprietari comunque ringrazieranno.  La credenza più comune narra che se il Maneki Neko abbia la zampa sinistra alzata attiri i clienti, mentre la destra porta salute e fortuna, anche se alcuni dicono il contrario. Un’altra credenza narra che la zampa sinistra alzata sia la cosa migliore per i locali dove si beve, la destra per le altre attività commerciali. 

Bambù fortunato

La Dracaena braunii, secondo il folklore cinese, porta fortuna per un anno se viene donata all’inizio del nuovo anno. Se, invece, la pianta dovesse morire nel primo anno, potrebbe portare sfortuna per 29 anni. Ma come fare per evitare che il bambù muoia? I gambi hanno bisogno solo di luce solare indiretta  di acqua dolce: va innaffiata ogni due settimane o una volta al mese, a seconda di cosa consiglia il venditore.

Squame di carpa

Questa tradizione non è così cara come sembra. Molti paesi, tra cui la Slovacchia, la Polonia,  la Repubblica Ceca, Austria, Germania e Croazia preparano le carpe per i pasti di Natale ma non buttano via nulla, nemmeno le squame. È tradizione, infatti, metterne una o due nel portafoglio affinché durante tutto l’anno i soldi non abbandonino il suo proprietario. Alcune famiglie a Natale non mangiano la carpa, ma la comprano comunque. Il pesce nuota a casa loro nella vasca e poi i genitori insieme ai bambini lo ributtano nello stagno.

 

Ghiande

Secondo il folklore norreno (scandinavo), le ghiande portano fortuna. Si racconta che avere un paio di ghiande in tasca ti protegga da dolori e dalle malattie. E non è detto che debbano per forza essere commestibili, funzionano anche le ghiande fatte di altri materiali, come l’oro o l’argento.

Maiali

I maiali in Germania sono considerati simboli di buon auspicio, ma perchè?  Tutto risale al Medioevo quando avere molti maiali era sinonimo di prosperità: una famiglia che possedeva maiali non avrebbe mai patito la fame. Oggigiorno a Capodanno maiali di marzapane vengono scambiati come confezioni di buona fortuna.

Il numero 8

In Cina, la parola otto ,”ba”, ha una pronuncia simile a quella della parola ricchezza o fortuna, “fa”,, e quindi il numero è fortemente associato alla buona sorte. Il numero 8 è considerato un numero di buon auspicio: quando, infatti, Pechino ha ospitato le Olimpiadi del 2008, i giochi sono iniziati l’8 agosto alle ore 8:08 pm. Non è stata una coincidenza.

Pipistrelli rossi

I pipistrelli rossi, simbolo di fortuna, hanno una lunga storia in Cina, sopratutto se compaiono in un gruppo di cinque. 5 pipistrelli, infatti, rappresentano le 5 benedizioni della cultura cinese: lunga vita, ricchezza, salute, amore per la virtù e una morte pacifica. Si narra che un pipistrello rosso da solo annunci una fortuna eccezionale, tenendo lontani i demoni.

Scarabeo

Lo scarabeo egizio rappresenta specificatamente la fortuna sotto forma di energia solare: questa connessione era legata al dio Khepri, una divinità associata al sole e alla creazione che ha la faccia come uno scarafaggio. Il sole, nella cultura egiziana, era il simbolo della vita e della morte. Lo scarabeo indica la rinascita dalla materia inferiore per nascere nel mondo superiore. Lo scarabeo, infatti, raccoglie in palline di fango misto a sterco, le sue uova, poi le lascia in luoghi tranquilli per fare in maniera che il sole le scaldi e le faccia schiudere per liberare quindi i nuovi nati.

 

Mano di Hamsa

La mano di Fatima, detta anche Hamsa (cinque in arabo) ha le sue radici nel giudaismo, ma può essere trovata anche in altre religioni, come il cristianesimo o la religione musulmana. È è un amuleto a forma di palmo di mano: le tre dita centrali sono distese ed unite mentre il pollice e il mignolo si piegano verso l’esterno in modo simmetrico; nel palmo della mano, c’è un occhio. La mano è pensata per combattere il malocchio e altre influenze negative.



Qual è la tua reazione?
Like a boss Like a boss
2
Like a boss
Cosa?? Cosa??
1
Cosa??
Uh-uh Uh-uh
1
Uh-uh
Oddio Oddio
0
Oddio
Uh Uh
1
Uh
LOL LOL
0
LOL
Mmm Mmm
0
Mmm
OMG OMG
2
OMG

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

log in

Entra a far parte di Quel che non sapevi!

resetta la tua password

Back to
log in
Choose A Format
Personality quiz
Trivia quiz
Poll
Story
List
Video
Audio
Image

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi