Perché i paesi del mondo si chiamano così: ecco le più affascinanti teorie sull’origine dei nomi



I nomi per indicare le cose, le persone, le emozioni non sono mai casuali e ciò vale anche quando si parla di luoghi Sapevi ad esempio che è stato il vichingo Floki Vildegarson a dare il nome all’Islanda per i suoi iceberg o che Erik il Rosso ha così chaimato la Groenlandia per le sue lussureggianti vallate?

E se continuerai a leggere scoprirai altri incredibili aneddoti sull’origine dei nomi, dalla Cina alla Spagna, dall’Argentina alla Moldavia un entusiasmante intreccio fra conquistadores, indigeni e leggende locali.

Scorri in basso per scoprire come sono nati i nomi di alcuni luoghi!

Cina

I Cinesi quando parlano del loro paese usano il termine “Zhongguo “, dalle parole Zhong (“centro”) e Guo (“paese”). Letteralmente potrebbe essere interpretato come “il paese centrale”, ma una traduzione più giusta è “The Middle Kingdom”.Per secoli, il popolo cinese ha creduto che la terra fosse al centro dell’universo sotto il cielo. Più si allontanava da questo centro, più le terre diventano barbariche e inospitali. Al di fuori dei loro confini e della Grande Muraglia c’erano le varie tribù della steppa: i razziatori Xionnu e Shan Yue e le innumerevoli orde dei Mongoli e degli Oirati. l termine “Cina” sarebbe comparso per la prima volta in Inghilterra nel 1555, ci sono diverse teorie che cercanodi spiegare l’origine della parola Cina: potrebbe derivare dal persiano Chin o dal nome della dinastia Qin, fondata da Qin Shi Huangdi, il primo imperatore.

Armenia

L’Armenia, la piccola nazione senza sbocchi sul mare delimitata da Turchia, Iran e Georgia, aveva originariamente un altro nome. Si chiamava Hayq, divenuto più tardi Hayastan, traducibile come “la terra di Haik Secondo la leggenda Hayk, discendente di Noè, si stabilì nelle terre vicino al Monte Ararat che abbandonò per costruire la Torre di Babele. Al suo ritorno le terre erano state conquistate da un re babilonese che  uccise in battaglia. Successivamente il nome del paese fu cambiato in Hayastan (il suffisso persiano “-stan” significa “terra”). lL termine Armenia fu coniato dai popoli confinanti a partire dal nome della più potente tribù presente nel territorio (gli armeni, appunto) e deriva da Armenak, discendente di Hayq.

Nauru

L’8 novembre 1798, un capitano britannico di nome John Fearn, navigando in Cina attraverso la Nuova Zelanda, sbarcò su un’isola sperduta nel Pacifico. I nativi colpirono talmente tanto il capitano che scrisse così di loro, “il loro comportamento è stato molto cortese e ci hanno invitato ad ancorare sulla loro isola”. Fu così che John chiamò questo luogo “Pleasant Island “. Sotto la dominazione tedesca fu chiamata Nawodo o Onawero. Il termine Nauru” è stato coniato più tardi, prendendo spunto dalla parola locale “Anaoero”, in modo che gli inglesi potessero pronunciare correttamente il nome dell’isola.

Argentina

La storia che sta all’origine del nome è abbastanza complicata. Lo spagnolo Juan Diaz de Solis, dopo aver ucciso sua moglie in Portogallo, torna nel suo paese d’origine prendendo parte a numerosi viaggi durante l’epoca d’oro dell’esplorazione spagnola. L’8 ottobre 1515 Diaz de Solis salpa al comando di tre navi, sperando di trovare un passaggio verso ovest, nel Pacifico. De Solis scopre un estuario e lo chiama ” Mar Dulce “, il “mare fresco”, poi si dirige verso l’interno. Lì, l’esploratore muore, mangiato dai cannibali assieme a tutto il suo equipaggio. Suo cognato, Francisco de Torres, prende allora il comando della spedizione e naufraga. Gli indigeni locali gli offrono ornamenti scintillanti fatti con argento. I regali diventano leggenda. Anni dopo un altro esploratore, Sebastian Cabot, incontra i sopravvissuti della spedizione e gli raccontano della ricchezza dei nativi e di una montagna d’argento (“Sierra de la Plata”). Con il passare dei secoli gli esploratori cercano inutilmente il favoloso tesoro. Il nome si è bloccato, diventando alla fine ” la terra dell’argento “, Tierra Argentina (“Argentina” è un’altra parola per “argento”).

Cile

Vi sono diverse teorie sull’origine del nome Chile. Una di queste sostiene che il termine deriverebbe dal nome di uno dei capotribù chiamato “Tili” che governava la valle dell’Aconcagua fino alla conquista da parte degli Incas. Un’altra punta sulla somiglianza tra la valle dell’Aconcagua e la valle di Casma in Perù dove si trovava una città e una vallata chiamate Chili. Altre teorie sostengono che il nome Chile derivi dal termine Mapuche chilli, che significa ‘dove finisce la terra’ o dal termine ‘cheele-cheeele’, l’imitazione mapuche di una chiamata di uccello. Al di là delle tante leggende cè un dato storico indiscutibile, i conquistadores spagnoli sentirono parlare di questi racconti dagli Incas tanto che quando ritornarono in Europa, si chiamavano “The Men of Chilli”.

Spagna

Gli antichi popoli marinari della Fenicia, precursori dell’esplorazione moderna, scoprirono una terra lontana ad ovest del Mediterraneo, circa 3.000 anni fa. Questa terra era popolata da roditori che i fenici pensavano fossero iraci (topi), così loro la chiamarono ” I-shapan-im ” – “Isola dell’irax”. Quando i Romani arrivarono a governare gran parte del continente europeo, cambiarono il nome di questa terra in “Hispania”.E poi si scoprì che gli animali di “Island of the Hyrax” / “Hispania” non erano nemmeno roditori, erano conigli .

Moldavia

Una leggenda racconta che il principe romano Dragos, da molti giorni a caccia di un bisonte selvaggio, tornò al castello deluso perché l’animale era riuscito a fuggire. Il suo fu sollevato solo quando si accorse che il suo cane preferito, la Molda, continuò a cercare il bisonte selvatico. lo trovò vicino alle rive di un fiume. Ne derivò una lotta feroce, la cui fine ebbe un triste epilogo, persero la vita sia il bisonte che il cane. Dragos si rattristò talmente tanto per la perdita del suo fedele compagno che chiamò con il nome del suo cane, le terre circostanti.

Canada

Quando l’esploratore francese Jacques Cartier superò il fiume St. Lawrence, le sue guide native osservarono che questa era la strada per “Kanata “, un villaggio. Ma nessuna tribù nativa aveva questo nome; kanata era semplicemente un termine che indicava una comunità, un villaggio. Cartier probabilmente ignorò il termine e chiamò invece la terra “Canada”. Un’altra storia, anche se meno popolare, coinvolge gli spagnoli. Gli esploratori stavano cercando favolose ricchezze nelle Americhe, ma non trovando nulla chiamarono il posto “aca nada” o “ca nada” (che significa “niente qui “). Quando i francesi arrivarono anni dopo, i nativi gridarono “aca nada!” per dire loro che non c’era nulla di importante per i colonizzatori ma I francesi pensando che fosse il nome del paese, lo chiamarono Canada.

Pakistan

“Pakistan”, in Urdu, significa “Terra dei Puri” (Pak significa “puro” e stan “terra”).Il Pakistan moderno si è formato il 14 agosto 1947, in seguito alla spartizione dell’India. Tuttavia, il primo uso della parola “Pakistan” arriva un decennio prima, da Choudhy Ramat Ali, un nazionalista musulmano. Ali pubblicò il suo opuscolo “Ora o mai ” il 28 gennaio 1933 come appello al governo britannico: scrisse di come 30 milioni di musulmani desideravano l’indipendenza. Questi cittadini provenivano dalle seguenti regioni: Punjab, provincia afghana, Kashmir, Sind e Baluchistan. Combinando le loro lettere si ottiene l’acronimo “Pakstan”.

Cecoslovacchia

Una disputa esilarante sorse dopo la caduta del comunismo nell’Europa orientale. La Repubblica socialista cecoslovacca, governata dal regime comunista,. era caduta dopo un colpo di stato senza spargimento di sangue. Da qui la disputa sul nome. La prima idea era quella di lasciar cadere la parola socialista, la nuova nazione si sarebbe chiamata la “Repubblica Cecoslovacca”. Ma ai politici slovacchi non piaceva l’idea, volevano che venisse aggiunto un trattino. Neanche la nuova proposta che chiamava il paese “Repubblica ceca-slovacca” piaceva e sono tornati al tavolo delle trattative, con i cechi e gli Slovacchi. Un mese dopo il nome è stato cambiato in “Repubblica federativa ceca e slovacca ma anche questo non soddisfaceva. Questa guerra dei trattini è finita solo il 1° gennaio 1993 con una divisione pacifica. Proprio mentre la zona si era democraticamente pacificata grazie alla Rivoluzione di velluto, questa spaccatura pacifica divenne nota come Divorzio di velluto, creando la Repubblica Ceca e la Slovacchia.


Qual è la tua reazione?
Like a boss Like a boss
0
Like a boss
Cosa?? Cosa??
1
Cosa??
Uh-uh Uh-uh
1
Uh-uh
Oddio Oddio
1
Oddio
Uh Uh
0
Uh
LOL LOL
1
LOL
Mmm Mmm
0
Mmm
OMG OMG
1
OMG

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

log in

Entra a far parte di Quel che non sapevi!

resetta la tua password

Back to
log in
Choose A Format
Personality quiz
Trivia quiz
Poll
Story
List
Video
Audio
Image

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi