A scuola niente bambolotti con la pelle nera: la decisone in un comune italiano



Al bando bambolotti con la pelle di colore diverso da quella bianca, strumenti musicali utilizzati in altri Paesi e giocattoli riconducibili a culture diverse. E’ quanto deciso dal comune di Codroipo, in provincia di Udine, in merito al regolamento dell’asilo nido.

Nessun riferimento ad altre culture o alla propria cultura di provenienza, se diversa da quella italiana. Come racconta il Messaggero Veneto, le modifiche al regolamento vengono apportate dagli uffici comunali e poi fatte proprie dalla giunta per rendere il testo coerente con le disposizioni regionali in materia di accreditamento delle strutture per l’infanzia.

L’obiettivo dell’adeguamento era quello di prevenire, ridurre e contrastare il rischio di emarginazione ed esclusione tra i bambini anche attraverso l’introduzione di giocattoli “che fanno riferimento alle diverse culture e alla cultura di provenienza”, cosa che in termini pratici si sarebbe tradotta nella consegna ai piccoli anche di bambole con la pelle scura. Un punto che la maggioranza di centrodestra, al momento della ratifica del testo in consiglio comunale, ha però nettamente respinto, presentando l’emendamento correttivo firmato dai quattro capigruppo per eliminare ogni riferimento alle culture diverse.

Le opposizioni di centrosinistra sono allora insorte, spiegando che i nostri valori sono “forti proprio perché non temono l’apertura e l’incontro con altre culture”. Il sindaco Fabio Marchetti, però, ha respinto le accuse, precisando che al regolamento non spetta disciplinare le differenze culturali, bensì annullare le differenze sociali, e che la formula utlizzata riproduce quella adottata da altri Comuni, come quello di Monfalcone.



Qual è la tua reazione?
Like a boss Like a boss
0
Like a boss
Cosa?? Cosa??
0
Cosa??
Uh-uh Uh-uh
1
Uh-uh
Oddio Oddio
0
Oddio
Uh Uh
0
Uh
LOL LOL
0
LOL
Mmm Mmm
0
Mmm
OMG OMG
0
OMG

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

log in

Entra a far parte di Quel che non sapevi!

resetta la tua password

Back to
log in

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi