“Mamma il fuoco è qui, attacco e mi butto dalla finestra”: l’ultima telefonata di Gloria Trevisan



“Gloria mi disse “Ora mi butto dalla finestra, ti giuro che il fuoco è qui, in soggiorno, è ovunque. Non può essere la fine, non può finire così”. A un certo punto voleva chiudere la conversazione e io le ho detto “No, non lo fare, passami Marco”, ma lui era al telefono con suo padre. Poi mi ha detto di nuovo che le spiaceva per noi e che doveva chiudere: perché non voleva che la sentissi urlare. Voleva solo svenire e non sentire più nulla. Ci ha detto di essere forti”.

A parlare – secondo quanto riporta Repubblica – è Emanuela Disaro, la madre di Gloria Trevisan, la ragazza italiana 26enne morta nel rogo della Grenfell Tower a Londra il 14 giugno del 2017 insieme al ragazzo Marco Gottardi di 27 anni. La donna ha testimoniato alle autorità di Londra che stanno indagando sulla strage che ha causato 72 morti e ha raccontato come sua figlia Gloria abbia interrotto quella terribile conversazione al telefono in piena notte durata 22 minuti mentre le fiamme raggiungevano l’appartamento dei ragazzi.

Prima di chiudere “Gloria, terrorizzata, mi ha detto: “Voglio stare solo con Marco adesso”, ha raccontato la signora Disaro, la quale ancora non riesce a credere al destino avverso di sua figlia perché “ci sarebbe stato tutto il tempo di salvarsi”. Il padre di Gloria, Loris Trevisan, ha aggiunto: “Da quel giorno non vivo più. Se avessi avuto una pistola, mi sarei ucciso”.



Qual è la tua reazione?
Like a boss Like a boss
0
Like a boss
Cosa?? Cosa??
1
Cosa??
Uh-uh Uh-uh
1
Uh-uh
Oddio Oddio
1
Oddio
Uh Uh
0
Uh
LOL LOL
1
LOL
Mmm Mmm
0
Mmm
OMG OMG
2
OMG

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

log in

Entra a far parte di Quel che non sapevi!

resetta la tua password

Back to
log in

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi