L’uomo è stronzo e non sa tenerselo nei pantaloni: il libro che “educa” le donne



Un libro scritto “per aiutare le donne a capire la vera natura del maschio, in modo da non farselo sfuggire”. E’ la mission, assai pretestuosa, di Mirko Spelta, scrittore 40enne che in “Scusa se ti chiamo stronzo” (Piemme) sostiene di rappresentare la maggioranza assoluta dei maschi italiani.

Cosa sostiene lo scrittore?

“L’uomo, tendenzialmente, non sa tenerselo nei pantaloni. E quello che lo fa eccitare è un corpo sexy, tette grosse, culo giusto, tacchi dodici e labbra rosse e turgide. Dal punto di vista sessuale, dunque, che una donna sia affascinante, brillante, coinvolgente e colta conta meno di zero. Perché quello che attrae il maschio è solo l’involucro”.

Spelta – così come lanciato da Huffingtonpost.it -, dà all’universo femminile numerosi consigli. “Devono mettersi in testa che il maschio è geneticamente programmato per la caccia” mentre la donna “a livello istintivo e ancestrale” sarebbe tendenzialmente monogama e programmata per avere un partner alla volta. Questo, dice l’autore, è un problema, ma non per il maschio, sempre per la donna. La quale a quel punto ha l’incubo di “essere sempre la stessa. Cosa che, sessualmente parlando, è un problema”.

Cosa può fare dunque la femmina per non lasciarsi scappare il maschio?

“Tener sempre alta la guardia e cambiare”, perché guai a pensare che l’uomo “vi appartenga. Basta vestiti dai colori tristi, grigi, blu o neri, scarpe tacco basso, occhialoni da vista e unghie smangiucchiate”.  Ma Spelta non si ferma qui. Sostiene anche che le donne debbano esagerare, e quindi se, per esempio, avete intenzione di rifarvi il seno, è cosa buona e giusta che vi facciate una quinta o sesta misura, “una benedizione di Dio”. Altra imposizione: buttate via pigiami con gattini e cagnolini, via invece alla lingerie sexy in abbondanza, senza rischio di diventare volgari: anzi, la, volgarità eccita, per cui va benissimo. Ma c’è di più. Siccome l’uomo è come una pentola a pressione, è fondamentale tenere il suo livello ormonale sempre sotto la soglia di guardia. Come? Facendo spesso l’amore – non per il proprio piacere, ovviamente, ma perché lui non esploda, ndr – ma non solo… “quello che conta è che sia soddisfatto”.

Come recita il titolo del libro, infine, l’uomo è tendenzialmente “stronzo”, il che significa che la sua tolleranza con le donne è vicina allo zero. Ecco perché non dovreste mai appioppargli un guinzaglio corto – deve essere libero di avere ore settimanali per essere “autenticamente cretino, rozzo, sboccato” – né mai, nel caso vi capiti di sposarlo, “sedervi”, dormire sugli allori, tirare troppo la corda “perché a un certo punto si spezza”. Comunque se lui è stronzo, voi invece, si legge nel libro, non dovete esserlo, anzi vi tocca essere “sincere, spontanee, mai rompicoglioni”. In sintesi, “comportarvi bene” e non guardare ai soldi, giammai, che a loro questo non piace.

 

 



Qual è la tua reazione?
Like a boss Like a boss
1
Like a boss
Cosa?? Cosa??
0
Cosa??
Uh-uh Uh-uh
0
Uh-uh
Oddio Oddio
1
Oddio
Uh Uh
0
Uh
LOL LOL
0
LOL
Mmm Mmm
0
Mmm
OMG OMG
1
OMG

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

log in

Entra a far parte di Quel che non sapevi!

resetta la tua password

Back to
log in

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi