Compra un violino che vale una fortuna, scopre che è rubato e lo restituisce



Il protagonista di questa storia è un operaio, anzi i protagonisti sono due e l’altro non è una persona, bensì un oggetto. Un oggetto molto importante, un violino che questa persona ha trovato e acquistato da un rigattiere.

Si tratta di uno strumento molto pregiato originario del 1790, attributo a Lorenzo Storioni e dal valore d’asta pari a 250mila dollari. Una fortuna sconosciuta sia al’operaio che al negoziante del mercatino dell’antiquariato.

Ma la cosa più sorprendente è che nel 2017 questo strumento è stato acquistato all’asta da un musicista milanese. Poi il famoso violino gli è stato rubato, mentre si trovava ricoverato in un ospedale Careggi di Firenze, nel mese di dicembre dello scorso anno.

Il finale della storia è ancora più incredibile. Alla scoperta di questa notizia, il nostro operaio ha deciso di restituire il famoso violino. “Appena ho saputo che poteva essere rubato ho avvertito i carabinieri. Giro spesso per mercati e fiere, compro di tutto, è un hobby che ho da sempre. Mi hanno insegnato che ogni cosa ha un valore, ma non avrei mai immaginato che quel violino valesse così tanto. Di certo più del mio stipendio“, ha dichiarato il protagonista di questa vicenda.

La procura di Firenze ha disposto il sequestro e la restituzione al legittimo proprietario del violino. La consegna al musicista milanese è avvenuta ieri.

Compra un violino che vale una fortuna, scopre che è rubato e lo restituisce



Qual è la tua reazione?
Like a boss Like a boss
0
Like a boss
Cosa?? Cosa??
0
Cosa??
Uh-uh Uh-uh
0
Uh-uh
Oddio Oddio
0
Oddio
Uh Uh
0
Uh
LOL LOL
1
LOL
Mmm Mmm
0
Mmm
OMG OMG
1
OMG

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

log in

Entra a far parte di Quel che non sapevi!

resetta la tua password

Back to
log in

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi